Padova University Press

« L’enfer, c’est l’autre ». Su un intertesto proustiano in Sartre, Les Mots

Title« L’enfer, c’est l’autre ». Su un intertesto proustiano in Sartre, Les Mots
Publication TypeJournal Article
Year of Publication2018
AuthorsVago, D.
Secondary TitleQuaderni Proustiani
Volume12
Issue1
Pagination47-57
Date Published12/2018
PublisherPadova University Press
Place PublishedPadova, IT
KeywordsFlaubert�, Inferno, lettura, prosodia, Sartre, vocalità
Abstract

In questo contributo analizziamo un passo di Les Mots di Jean-Paul Sartre, che si rivela essere un intertesto proustiano di opposto valore. Il Contre Proust che Sartre redige nella celebre Scène des Fées, segnando l’avvio della vocazione dell’intellettuale, è difatti una versione infernale della lettura notturna di François le Champi in Combray. In particolare, il trattamento della linea prosodica, disancorata dal corpo e dei valori psicologici della voce materna, rivela tratti diabolici nella sua reificazione. Rileggendo altresì alcune pagine del saggio dedicato a Flaubert (L’Idiot de la famille) che affrontano tematiche simili, ci proponiamo di mostrare in conclusione come il Flaubert che Sartre ci illustra non solo è ricco di interferenze proustiane, ma rivela anche un personalissi- mo rovesciamento dei rapporti tra letteratura e vita

URLhttp://quaderniproustiani.padovauniversitypress.it/2018/1/3
DOI10.14658/PUPJ-QP-12-3
Paper: